Informazione giuridica:
blog dell'avv. prof. Marco Ticozzi
Professore Aggregato di Diritto Privato presso Università Ca' Foscari Venezia | Avvocato Cassazionista iscritto all'Ordine degli Avvocati di Venezia con studio a Mestre Venezia, Treviso, Vicenza.
28 Dicembre 2020

Marketing per avvocati

Marketing per avvocati. Come può avere più clienti un avvocato?
Con una certa frequenza gli avvocati si interrogano al riguardo e magari provano in autonomia qualche tecnica di web marketing, adattata all’avvocato empiricamente da loro stessi o da qualche consulente con esperienze nelle imprese.
Mi sento di scrivere queste riflessioni sul marketing perché da alcuni anni ho questo blog e nel 2020 ho cambiato alcune cose che hanno fatto la differenza per farmi conoscere: pur in un anno non semplice, ho notato dei netti miglioramenti e negli ultimi sei mesi dell’anno ho avuto più clienti che in ognuno degli interi anni passati.
Marketing per avvocati: come? Mettendo anche nel web in risalto le esperienze e qualità: in definitiva, creando per l’avvocato un valore professionista.
Rinviamo agli ultimi paragrafi per specifiche informazioni per coloro che sono interessati a seguire il metodo che ho adottato per raggiungere tali risultati.



marketing per avvocati

Marketing per avvocati: quali strumenti per l’avvocato?

 

Esistono diverse tecniche di marketing anche nel web per avvocati e studi legali: blog, social network (Facebook, Instagram, LinkedIn, ecc.), mailing list, organizzazione di eventi, ecc.

Nella maggior parte dei casi queste azioni di marketing o web marketing sono proposte come applicazione di tecniche da tempo elaborate e applicate alle imprese e non anche agli avvocati: talvolta si tratta di approcci proposti da professionisti del settore (marketing aziendale) senza una specifica esperienza nella promozione dell’avvocato o degli studi legali di avvocati.

Ma quali tecniche di marketing per gli avvocati si possono usare e, tra queste, quali sono più utili?

Lo approfondiamo nei due prossimi paragrafi.

  

Marketing per l'avvocato e regole deontologiche.

 

La questione del marketing per avvocati, in particolare nel web, si è posta per il mondo forense solo di recente con la ‘liberalizzazione’ avvenuta con le più recenti versioni del codice deontologico.

Solo fino a pochi anni fa, infatti, era vietata l’informazione sulla propria attività e la pubblicità.

Ora l’art. 17 del codice deontologico forense prevede che “1. È consentita all’avvocato, a tutela dell’affidamento della collettività, l’informazione sulla propria attività professionale, sull’organizzazione e struttura dello studio, sulle eventuali specializzazioni e titoli scientifici e professionali posseduti. 2. Le informazioni diffuse pubblicamente con qualunque mezzo, anche informatico, debbono essere trasparenti, veritiere, corrette, non equivoche, non ingannevoli, non denigratorie o suggestive e non comparative”.

L’art. 35 poi aggiunge che “1. L’avvocato che dà informazioni sulla propria attività professionale, quali che siano i mezzi utilizzati per rendere le stesse, deve rispettare i doveri di verità, correttezza, trasparenza, segretezza e riservatezza, facendo in ogni caso riferimento alla natura e ai limiti dell’obbligazione professionale. 2. L’avvocato non deve dare informazioni comparative con altri professionisti né equivoche, ingannevoli, denigratorie, suggestive o che contengano riferimenti a titoli, funzioni o incarichi non inerenti l’attività professionale. […] 9. Le forme e le modalità delle informazioni devono comunque rispettare i principi di dignità e decoro della professione”. La previsione prosegue poi indicando limitazioni in particolari situazioni: sull’uso del titolo professionale e accademico; sulle informazioni dei praticanti avvocati; sull’indicazione di professionisti non dello studio o non più dello studio senza le dovute autorizzazioni; sull’indicazione dei propri clienti, ecc.

Eccettuati questi specifici divieti e fermo l’obbligo di rispettare i principi generali (verità, correttezza, trasparenza, dignità e decoro della professione, ecc.) l’informazione e, quindi, anche il marketing per l’avvocato e gli avvocati è ammissibile.

Ciò precisato, resta però da verificare se ogni marketing per gli avvocati, sul web o di altro tipo, sia opportuno e utile, perché portatore di benefici per lo studio di avvocati.

 

Marketing per gli avvocati: in quale forma?

 

Come abbiamo anticipato, esistono diverse tecniche di marketing anche nel web per avvocati e studi legali: blog, social network (Facebook, Instagram, LinkedIn, ecc.), mailing list, organizzazione di eventi, ecc.

Le tecniche di marketing sviluppate per le imprese ci indicano poi anche altre tipologie di marketing, che astrattamente si potrebbero applicare agli avvocati: pubblicità sui giornali e riviste, alla radio o in televisione, volantinaggio, offerte promozionali, pubblicità al cinema, ecc.

A pensarci, le ipotesi sono numerose, anche ulteriori a quelle qui richiamate.

Alcune di queste tecniche di marketing certamente sarebbero perfino illegittime per gli avvocati: certamente sarebbe contrario al decoro della professione il comportamento dell’avvocato che pubblicizzi la sua attività facendo girare per strada degli ‘uomini sandwich’ con appeso avanti e dietro un cartello promozionale delle attività dello studio legale. Ma lo stesso potrebbe dirsi forse per un volantinaggio o altre forme di pubblicità ‘aggressiva’, non consone per le professioni protette: quantomeno non rientranti ancora nel concetto (variabile nel tempo) di dignità e decoro della professione.

Ma, eliminate le forme di marketing vietate per gli avvocati, tutte le altre sono efficaci?

Qui entriamo nella disamina dei vari tipi di marketing per verificare quali siano i più opportuni, utili e appunto in grado di portare a un risultato.

A nostro avviso il marketing per gli avvocati deve utilizzare forme di informazione che portano a creare un valore.

I comuni consulenti di marketing con esperienza nelle aziende e non con gli avvocati possono proporre soluzioni che però non si adattano al contesto professionale.

In tal senso, è usuale vedere annunci sponsorizzati nei social network di imprese di vario tipo. Si tratta di una comunicazione commerciale comune e frequente, che magari non interessa al consumatore che si trova di fronte a tale messaggio pubblicitario, ma che nel contempo non svilisce l'immagine dell'azienda. All’opposto, questa tipologia di annunci fatta da un avvocato o da uno studio di avvocati, non verrebbe con ogni probabilità visto come un messaggio pubblicitario neutro ma, piuttosto, come un messaggio che non fornisce un’immagine di valore del professionista. È dunque utile una tale tecnica di web marketing avvocati?

Ovviamente gli esempi potrebbero essere molti altri: pubblicità alla radio o in televisione, annunci sui giornali, articoli a pagamento, utilizzo di mailing list, ecc.

Alla luce di queste considerazioni, quale è il miglior marketing per avvocati?

 

Marketing avvocati: farsi trovare sul web

 

Come ho ottenuto risultati?

In poco tempo ho avuto un considerevole aumento di contatti e clienti grazie a un metodo di marketing per avvocati. Sono contrario al web marketing indirizzato al cliente (facebook, sponsorizzazioni, mail, ecc.), che a mio parere crea un’immagine commerciale del professionista, non certo di valore: non siamo aziende e il marketing generalmente proposto per le imprese non ha lo stesso impatto per un avvocato, che vuole valorizzare la sua immagine.

Il marketing per avvocati, a mio avviso, non dovrebbe servire per invadere ma per farci trovare, fornendo un’immagine dell’avvocato che metta in luce il suo valore e le sue capacità e specificità. Tutto questo una volta avveniva con il solo passaparola e ora avviene anche con gli articoli in internet che parlano di noi, con le recensioni positive sul web, con i nostri articoli scritti su determinate questioni che dimostrano le nostre esperienze e capacità, ecc.

Ma non è sufficiente, perché queste informazioni si devono poter trovare con facilità e in una buona posizione nei motori di ricerca.

Se avete trovato questo articolo sul marketing per avvocati tramite google o altri canali web, non è la dimostrazione che il metodo funziona?

 

Blog per l'avvocato: come fare?

 

Marketing per avvocati. Non ci sono grandi segreti ma è preferibile avere un aiuto, perché occorrono delle conoscenze che l’avvocato non ha e anche perché occorre del tempo specificatamente dedicato al web marketing.

Il metodo elaborato da Valore Professionista unisce l’esperienza del mio blog con le tecniche di web marketing, adattate però al contesto professionale dello studio di avvocati. Il mio blog anche prima aveva accessi e riscontri positivi, come complimenti da colleghi, inviti a convegni, citazioni in articoli, ecc.: ma oggi, grazie al metodo Valore Professionista, è anche uno strumento per farmi conoscere da nuove persone che cercano la mia professionalità.

Il blog di un avvocato o di uno studio di avvocati serve per farsi trovare da chi ti cerca, così come un tempo gli studi professionali pagavano per la visibilità nelle pagine gialle o in altri luoghi, con la differenza che un sito non si limita a trasmettere i recapiti dello studio ma informa il pubblico su certe tematiche di interesse pubblico che sono seguite dagli avvocati.

Ma il punto è che, certamente è necessario avere una qualità di contenuti, ma anche un metodo per valorizzarli.

A questo metodo, unico perché elaborato da Valore Professionista adattando tecniche di web marketing agli avvocati e verificando quali funzionavano, devo qualcosa e penso che -come me- anche altri professionisti debbano poter avere questa possibilità.

 

Marketing per l'avvocato: quanto impegnativo è avere un blog che funziona?

 

Ogni informazione ulteriore verrà fornita direttamente da Valore Professionista.

Qui posso raccontare la mia esperienza di web marketing. Per ottenere un blog giuridico con molte visite e che porta clienti ogni mese agli avvocati non è richiesto molto: un paio d’ore alla settimana da dedicare alla creazione di contenuti e un piccolo investimento di poche centinaia di euro al mese, facilmente ripagato dai primi clienti che trovano l’avvocato attraverso questo metodo. Serve costanza ma i risultati li ho toccati con mano.

Valore Professionista segue un solo studio di avvocati per provincia: questo per permettergli di valorizzare la sua specifica professionalità e distinguersi dagli altri, evitando la concorrenza tra più professionisti in un dato territorio che utilizzino lo stesso metodo. 

 

Marketing per avvocati: contatti

 

Se volete più informazioni su Valore Professionista e su questo metodo relativo al marketing avvocati specificatamente pensato per l’avvocato chiamatemi allo 0418878980 o scrivetemi per mail (info@avvocatoticozzi.it): vi darò ulteriori indicazioni e vi metterò con piacere in contatto con chi segue questo servizio a numero chiuso.

 

Photogallery
Newsletter
Iscriviti alla Newsletter
per ricevere gli ultimi aggiornamenti
ricevi mensilmente gli aggiornamenti sui temi più importanti trattati da questo blog
Venezia Mestre
Via Torino, 180
Imm. Direzionale “La Torre” – 3° piano
Tel. +39 041 8878980
Fax +39 041 959351
Treviso
Viale Monte Grappa, 28
Tel. +39 0422 433922
Fax +39 0422 296303
Roma
Via del Tritone, 102
Tel. +39 06 92949236
Fax +39 041 959351
Vicenza
Bassano del Grappa
Largo Parolini, 131
Tel. +390424066336