Informazione giuridica:
blog dell'avv. prof. Marco Ticozzi
Professore Aggregato di Diritto Privato presso Università Ca' Foscari Venezia | Avvocato Cassazionista iscritto all'Ordine degli Avvocati di Venezia con studio a Mestre Venezia, Treviso, Vicenza.
12 Ottobre 2019

Scandalo idb Diamanti bpm: il rimborso e il risarcimento sono dovuti dalle banche intermediarie quali Banco BPM, Unicredit e MPS ?


Un argomento di attualità, che mi sta capitando di affrontare quale avvocato a Mestre Venezia e Treviso e in Veneto, ma assistendo anche clienti in tutta Italia grazie a una rete di collaboratori cui domiciliare i contenziosi che seguo personalmente e direttamente,  riguarda il cosiddetto caso scandalo dei diamanti da investimento (e il relativo rimborso o risarcimento danni), che si indicano ceduti a prezzi superiori ai valori di mercato, in particolare, dalle società Diamond Private Investment e Intermarket Diamond Business (IDB) S.p.A (peraltro fallita), con l’intermediazione di alcune banche.
Le cronache di questi mesi si sono spesso occupate di questo caso ‘scandalo diamanti’ e hanno, infatti, dato notizia: di sanzioni dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato a queste due società (Diamond Private Investment e Intermarket Diamond Business - IDB) nonché ad alcune banche intermediarie; del fatto che tali sanzioni sono state confermate dal TAR con sentenze coinvolgenti Diamond Private Investment e Intermarket Diamond Business (IDB) oltre a Banco BPM, Unicredit e Monte dei Paschi di Siena (MPS); del fallimento della Intermarket Diamond Business (IDB) S.p.A.; delle iniziative dei clienti per avere il rimborso e il risarcimento danni.




Caso scandalo diamanti bpm, rimborsi e risarcimenti: le prospettive di risarcimento nel 2019 dalle banche intermediarie e da Intermarket Diamond Business (IDB) S.p.A. e Diamond Private Investment

 

Ovviamente il fallimento del veditore (Intermarket Diamond Business (IDB) S.p.A.), ha conseguenze sia per la rivendicazione dei diamanti da investimento acquistati dai clienti, che però siano rimasti in possesso delle venditrici, e sia sulla prospettiva di avere un risarcimento o rimborso per tale acquisto dei diamanti, stante l’insolvenza del venditore e la necessità di valutare, al più, la responsabilità della banca o delle banche.
Ecco una prima sentenza (Trib. Verona 23 maggio 2019) che ha condannato al rimborso o ai rimborsi e al risarcimento dei danni Banco Bpm, proprio in relazione a questo caso relativo allo scandalo dei diamanti da investimento che colpiscono le banche interessate (come detto, le cronache parano di Banco BPM, Unicredit e Monte dei Paschi di Siena - MPS). 
Peraltro, in casi simili sto seguento diversi clienti quale avvocato a Mestre Venezia e Treviso e in Veneto, ma assistendo anche clienti in tutta Italia grazie a una rete di collaboratori cui domiciliare i contenziosi che seguo personalmente e direttamente: in particolare per lo scadalo diamanti bpm sembra la banca che resiste maggiormente, negando anche in mediazione la propria responsabilità.
Ho assistito e assito numerosi clienti in tutta Italia per lo scandalo diamanti contro banco bpm e le altre banche coinvole. Ovviamente è giusto sottolineare ai clienti la complessità della questione, ma il precedente di cui ora parleremo lascia sperare in un esito positivo chi ha acquistato diamanti da investimento.

 

Scandalo diamanti da investimento, rimborso e risarcimento del danno: sanzioni alle banche intermediarie (indicate dalle cronache in Banco Bpm, Unicredit e Monte dei Paschi di Siena - MPS) e a Intermarket Diamond Business (IDB) S.p.A. da parte dell’Agcm. La mia esperienza di avvocato a Mestre Venezia e Treviso in Veneto e in Italia.

 

La sentenza del Tribunale di Verona, in merito alla questione del rimborso per i diamanti e al relativo risarcimento anche a carico delle banche intermediarie (indicate dalle cronache in Banco BPM, Unicredit e Monte dei Paschi di Siena - MPS), evidenzia anzitutto che “la vicenda della vendita da parte di IDB dei c.d. diamanti da investimento ad un considerevole numero di clienti del Banco Bpm è stata già esaminata in maniera approfondita sia dall’Agcm nella decisione del 30 ottobre 2017, con la quale entrambe le resistenti sono state sanzionate [e che il] Tar Lazio nelle sentenze del 14 novembre 2018 (la n. 10967/2081, per quanto riguarda Banco Bpm, e la n. 10968/2018, per quanto riguarda IDB) […]hanno respinto i ricorsi avverso quella pronuncia”.
La sentenza passa poi a esaminare la questione del rimborso e del risarcimento per la vendita dei diamanti da parte del veditore.

 

Rimborsi e risarcimenti del danno: la responsabilità risarcitoria di Intermarket Diamond Business (IDB) S.p.A. 

 

Il Tribunale, sempre in relazione alla questione del rimborso per i diamanti da investimento e al risarcimento anche a carico delle banche intermediarie (indicate dalle cronache in Banco BPM, Unicredit e Monte dei Paschi di Siena - MPS), ha ritenuto che Intermarket Diamond Business (IDB) S.p.A. sia responsabile per il rimborso e risarcimento dei danni causati, alla luce di queste considerazioni: “non è controverso che quelle che IDB aveva definito, sia nel proprio materiale pubblicitario che nel testo del contratto, come “quotazioni” dei diamanti(doc. 16 di parte Banco BPm), e che venivano pubblicate periodicamente sul Sole24Ore (circostanza pacifica), non erano un parametro tratto da rilevazioni di mercato e poi pubblicato a cura di IDB ma erano soltanto i prezzi, solo in parte riferibili al valore della pietre, come detto, fissati autonomamente dalla stessa IDB secondo le proprie convenienze commerciali […] Quei dati per contro venivano accreditati di un crisma di ufficialità perché pubblicati su un giornale economico di primaria importanza e con una veste grafica simile alle quotazioni ufficiali e perciò risultavano ulteriormente ingannevoli”.
La sentenza, inoltre, esamina la questione del rimborso e del risarcimento per la vendita dei diamanti da parte delle banche coinvolte (che si indicano nelle cronache in Banco BPM, Unicredit e Monte dei Paschi di Siena - MPS).

 

Rimborso danno: la responsabilità delle banche intermediarie (indicate in Banco Bpm, Unicredit e Monte dei Paschi di Siena - MPS). Sentenze 2019: la mia esperienza di avvocato a Mestre Venezia e Treviso, in Veneto e in Italia

 

Stante l’intervenuto fallimento del venditore, è chiaro come la tutela del cliente colpito dallo scandalo diamanti da investimento, che voglia ottenere il rimborso dei diamanti stessi, non possa che passare per un’eventuale iniziativa contro le banche che hanno intermediato (tra le banche interessate, secondo gli organi si informazione, vi è anche Banco BPM, Unicredit e Monte dei Paschi di Siena - MPS) nella vendita dei diamanti da investimento. In questo senso sto esaminando, quale avvocato a Mestre Venezia e Treviso e in Veneto, ma assistendo anche clienti in tutta Italia grazie a una rete di collaboratori cui domiciliare i contenziosi che seguo personalmente e direttamente, la posizione di diversi clienti.
La ricordata sentenza Trib. Verona 23 maggio 2019, indica proprio come per il rimborso e il risarcimento dei diamanti da investimento rispondano le banche in questione (tra cui, secondo le cronache, anche Banco BPM, Unicredit e Monte dei Paschi di Siena - MPS) e, nel caso oggetto di sentenza, il Banco BPM: “la fonte della responsabilità della banca va invece individuata, come proposto in via alternativa dal ricorrente, nel rapporto che, come si è visto, è indubbiamente intercorso tra la [cliente] e l’istituto di credito in relazione all’acquisto dei diamanti e nell’ambito del quale la prima, per le ragioni dette al termine del precedente paragrafo, ha posto affidamento in un dovere di diligenza gravante in capo al secondo, in virtù delle sue specifiche competenze professionali. […] Il rapporto intercorso tra le parti ha anche generato a carico di Banco Bpm un obbligo di informazione e di protezione nei confronti del cliente a salvaguardia dell’affidamento in lui generato e il suo fondamento normativo può essere individuato, come suggerito dalla difesa attorea, nel disposto dell’art. 1173 c.c.”.
E’ ancora presto per valutare se le banche coinvolte (che le cronache indicano in Banco BPM, Unicredit e Monte dei Paschi di Siena - MPS) siano responsabili per il rimborso e il risarcimento dei danni legati al caso scandalo diamanti, essendo quella del Tribunale di Verona la prima sentenza nota. E' però chiaro come i clienti invochino tutela sia attraverso diffide dell'avvocato, che con la mediazione o le cause. In questo senso, quale avvocato a Mestre Venezia e Treviso e in Veneto, ma assistendo anche clienti in tutta Italia grazie a una rete di collaboratori cui domiciliare i contenziosi che seguo personalmente e direttamente, sto seguendo la posizione di molti clienti: vedremo gli sviluppi. 
di Marco Ticozzi
Avvocato a Mestre Venezia Treviso Vicenza e Veneto 

Documenti allegati
Tribunale_Verona_29_maggio_2019.pdf   |   1.2 MB - .pdf
Photogallery
Newsletter
Iscriviti alla Newsletter
per ricevere gli ultimi aggiornamenti
ricevi mensilmente gli aggiornamenti sui temi più importanti trattati da questo blog
Venezia Mestre
Via Torino, 180
Imm. Direzionale “La Torre” – 3° piano
Tel. +39 041 980911 r.a.
Fax +39 041 959351
Treviso
Viale Monte Grappa, 28
Tel. +39 0422 433922
Fax +39 0422 296303
Roma
Via del Tritone, 102
Tel. +39 06 92949236
Fax +39 041 959351
Vicenza
Bassano del Grappa
Largo Parolini, 131
Tel. +390424066336